Blog WellTax

Vantaggi e limiti dell'iscrizione all'A.I.R.E.

16 ottobre 2017

I cittadini italiani che trasferiscono la propria residenza all'estero per periodi superiori a 12 mesi e quelli che già vi risiedono, sia perché nati all'estero, sia perché hanno successivamente acquisito la cittadinanza italiana a qualsiasi titolo, sono tenuti a iscriversi all'AIRE (Anagrafe degli Italiani residenti all'estero, ai sensi della legge 470/88).

Iter di iscrizione

L’iscrizione può avvenire in diversi modi:

  • È possibile recarsi presso gli uffici del Comune in cui si risiede in Italia e presentare la domanda di trasferimento della propria residenza all’estero. Bisognerà recarsi, entro 90 giorni dal proprio arrivo all’estero, presso il Consolato per dichiarare l’avvenuto espatrio;
  • È possibile recarsi direttamente presso la sede del Consolato Italiano all’estero e richiedere il modulo relativo oppure scaricarlo online e compilarlo.

L’iscrizione all’Aire (gratuita) prevede la cancellazione dall’anagrafe dal comune italiano di provenienza e l’inserimento nei registri di iscrizione all’Aire.

Nel caso di trasferimento dell’intero nucleo familiare, allora la procedura deve essere estesa a tutti i membri della famiglia.

La mancata iscrizione dopo i 12 mesi potrebbe comportare l’iscrizione d’ufficio.

Agevolazioni post iscrizione

Diversi sono i vantaggi che si ottengono con l’iscrizione aire.

Documenti:

  • Rilascio o rinnovo del passaporto;
  • Ricezione e richiesta di trascrizione degli atti di nascita, di matrimonio, di morte;
  • Rilascio del nulla osta per la celebrazione del matrimonio presso le competenti autorità locali e altro.

IVA:

Gli italiani iscritti all’Aire possono ottenere il rimborso dell’Iva pagata sui beni acquistati in Italia. Infatti si può richiedere il rilascio di una dichiarazione di esenzione Iva presentando il passaporto al commerciante. Tale documento va presentato in aeroporto alle autorità doganali cui si chiederà il rimborso.

Voto all'estero:

È possibile esercitare il voto per elezioni politiche (parlamento italiano, europeo e referendum) tramite corrispondenza nel Paese di residenza, o recandosi presso il seggio elettorale del comune di iscrizione Aire.

Scuola:

Le scuole segnaleranno la mancata iscrizione (presso le scuole italiane) di minorenni che vivono all’estero, ma non sono iscritti all’Aire.

Tasse e dichiarazione dei redditi (con iscrizione all'Aire):

L’iscrizione all’Aire non basta, ma bisogna guardare a dove il cittadino detiene il proprio domicilio (centro di interessi).

I requisiti per essere tassabili in Italia sono:

  • Essere residente in Italia per la maggior parte del periodo d’imposta (almeno 183 giorni);
  • Essere iscritti nelle anagrafi comunali della popolazione residente in Italia;
  • Avere eletto nel territorio dello Stato italiano il proprio domicilio o la propria residenza.

L’Irpef è pagata dagli iscritti all’Aire qualora si producano redditi in Italia derivanti da terreni o fabbricati, interessi, dividendi, rendite, pensione e altro.

L’esclusività di tassazione nel Paese estero avviene nei casi in cui:

  • Il lavoratore residente all’estero presti la sua attività in italia per meno di 183 giorni;
  • Le remunerazioni vengano pagate da un datore di lavoro residente all’estero;
  • L’onere non sia sostenuto da una stabile organizzazione o base fissa che il datore di lavoro ha in Italia.

Tasse e dichiarazione dei redditi (senza iscrizione all'Aire):

Bisognerà ricordarsi di presentare una dichiarazione dei redditi anche in Italia e pagare l’eventuale differenza fra le imposte versate nel Paese estero e l’Italia, evitando la doppia tassazione.

In assenza di deposito della dichiarazione dei redditi, coloro i quali lavorano all’estero, non iscritti all’Aire, risultano residenti in Italia.

Assistenza sanitaria:

L’italiano iscritto all’AIRE perde il diritto al medico di base in Italia, ma nelle ipotesi di rientro temporaneo possono ricevere l’assistenza sanitaria gratuita da parte del Servizio sanitario nazionale, limitata alle prestazioni ospedaliere urgenti e per un periodo massimo di 90 giorni.

Contattaci per maggiori informazioni.

Da Alessio Menna

Tags: aire london, aire registration online, aire registration, aire italy, aire uk registration

Articoli correlati

01 Dicembre, 2023

Budget d’autunno UK 2023: cosa significa per i privati?

27 novembre 2023

Budget d'autunno UK 2023: cosa significa per le imprese?

Cerca qualcosa