Blog WellTax

Trumponomics

Le elezioni USA del 2016 hanno visto molti cambiamenti nello scenario globale. L'elezione di Donald Trump avrà importanti ripercussioni negli anni a venire.

Le prospettive degli esperti di economia e commercio riguardo al nuovo capo della Casa Bianca sono contraddittorie. Un gruppo di esperti afferma che la "Trumponomics" può riportare gli Stati Uniti in cima alla classifica dell'economia mondiale. Questa affermazione è confermata dalla costante crescita economica statunitense (+ 3,2% annualizzato nel terzo trimestre del 2016), che secondo Morya Longo porterà a un "trasferimento del flusso di capitali dall'Europa all'altra sponda dell'Atlantico che favorirà l'ascesa di Wall Street". D'altra parte, Michael Hasenstab riconosce che l'evento porterà gli Stati Uniti in un periodo di incertezza. Ritiene che vi siano analogie con il governo argentino di Kirchner, che ha subito un eccessivo interventismo pubblico, come il protezionismo commerciale, la politica lasca della banca centrale, una legislazione oppressiva e una spesa pubblica irragionevole. Pertanto, l'amministrazione Trump deve riconsiderare le sue strategie per evitare che l'agricoltura e le industrie manifatturiere (che avrebbero voluto aiutare), preservando gli accordi commerciali e implementando gli investimenti produttivi.

Warren Buffett e Paul Krugman ritengono che Trump non condurrà gli Stati Uniti verso la recessione, poiché questo evento potrebbe addirittura stimolare l'economia nel breve periodo. Tuttavia, pensano che la nuova presidenza dovrà affrontare molti problemi nel lungo periodo. Per il primo "il mercato azionario salirà comunque nei prossimi dieci, venti e trent'anni, sarebbe stato lo stesso con Hillary Clinton e succederà con Donald Trump". Tuttavia, Buffett era stato tra i più importanti sostenitori della campagna di Hillary Clinton. Nell'intervista alla CNN afferma che imporre tariffe sulle importazioni da Messico e Cina è sicuramente una "cattiva idea". È dubbio che Trump riuscirà a farla approvare dal Congresso, ha aggiunto che, anche se dovesse accadere, non sarebbe sufficiente a causare una recessione. Buffett ritiene inoltre che la causa principale della vittoria del tycoon sia la crescente disparità di reddito della popolazione statunitense.

Mentre per i secondi, gli effetti a lungo termine di "The Donald" sovrano alla Casa Bianca saranno "tragici, forse catastrofici". Paul Krugman ritiene che le politiche protezionistiche di Trump influenzeranno negativamente la bilancia commerciale. Questo effetto si ripercuoterà enormemente sull'occupazione. Inoltre, gli ulteriori tagli alle tasse e alla spesa pubblica promessi dal presidente faranno lievitare il debito nazionale di 4.500 miliardi in dieci anni. Krugman sostiene che questi effetti negativi si concretizzeranno nel lungo periodo. Le politiche di Trump tenderanno a favorire la parte più ricca della popolazione piuttosto che aiutare i lavoratori americani e la classe media che ha votato per lui in modo schiacciante.

In questi giorni abbiamo visto molte opinioni controverse sul "Tycoon President", ma la realtà mostra che c'è ancora molto da scoprire e da accertare.

 

 

Silvano Ghigliani

Tag: Trump, trump news, ivanka trump, trump news oggi, donal trump, ultime notizie trump, donald trump ultime notizie, donald trump news, presidente trump, donald trump repubblicano, donald trump parrucca, donald trump junior, trump oggi, presidenza trump, donald teump, d trump, donald trump business, donald trump bancarotta, il vero donald trump, donald trump educazione, chi è donald trump

Articoli correlati

01 Dicembre, 2023

Budget d’autunno UK 2023: cosa significa per i privati?

27 novembre 2023

Budget d'autunno UK 2023: cosa significa per le imprese?

Cerca qualcosa